Cani e Bambini piccoli: Consigli e Vantaggi

Cani e Bambini piccoli: Consigli e Vantaggi

Fin dai primi anni di vita è scientificamente provato che instaurare un rapporto tra bambini e cani porta tanti benefici, diventando letteralmente il migliore amico del bambino nel periodo infantile.

Quando si instaura un legame affettivo tra i due, è possibile che il cane diventi per il bambino un compagno di giochi e perfino un confidente arrecandogli grandi benefici. Tuttavia questi effetti non si fermano solo a migliorare il lato emotivo, ma riescono a stimolare e migliorare anche lo sviluppo delle funzioni cognitive e la comunicazione con gli altri bambini. Ecco di seguito alcuni dei vantaggi più importanti e utili consigli da sapere a riguardo.

Vantaggi riscontrati da un bambino piccolo che si rapporta con un cane.

Attività fisica, infatti durante la giornata un bambino che gioca con un cane effettuerà fino a 10 minuti in più di movimento rispetto a chi invece non lo ha, muovendosi fino a 60 ore in più all’anno.

Un bambino che si prende cura del proprio cane impara a sviluppare un’empatia maggiore con le persone che gli stanno attorno, attraverso la cura e la compassione data a lui.

L’apprendimento scolastico migliora, infatti secondo dopo due anni di studio da parte di un’associazione inglese la presenza di un cane migliora nettamente il comportamento del bambino e le sue abilità di lettura.

Uno studio del 2016 su preadolescenti, è riuscito a dimostrare che se in casa c’è la presenza di un cane, i bambini hanno sviluppato la capacità di creare delle relazioni interpersonali migliori con genitori e compagni.

Il cane è un vero e proprio anti stress, infatti basta solo la presenza perché i livelli di stress nel bambino calino decisamente, scendendo ancora di più se oltre alla presenza avviene un contatto fisico.

Numerose ricerche hanno dimostrato come possedere un cane potrebbe proteggere i bambini dall’insorgenza di malattie e, avendolo in casa aiuta loro anche a difendersi dalle allergie inducendoli a sviluppare maggiori risposte immunitarie.

Anche nei bambini affetti da un disturbo dello spettro autistico vengono aiutati a migliorare la socialità.

Alcuni consigli per migliorare la convivenza tra cane e bimbo.

Un bambino che crescerà con un cane domestico avrà un’esperienza ricca e stimolante, ma i genitori devono capire che non è un baby sitter. Infatti può capitare che anche se il cane è buonissimo, un comportamento sbagliato del bimbo può causare reazioni di difesa nel cane, pertanto bisogna tenere bene a mente alcune cose.

Non si deve mai lasciare il bambino da solo con il cane senza la supervisione di un adulto, infatti anche giocando il cane può far male involontariamente al piccolo anche semplicemente saltandogli sopra per fargli le feste.

Non lasciare che il bambino tiri la cosa o le orecchie del cane, perché in questi casi potrebbe reagire dando prima dei segnali di avvertimento.

La continua sorveglianza è fondamentale, in modo da evirare che il bambino faccia male al cane che per paura potrebbe reagire.
Se il cane si trova dentro casa, pulire più spesso tutte le superfici su cui si potrebbe posare e attraverso l’uso di aspirapolvere o lavapavimenti raccogliere e pulire i peli o tutte le altre impurità lasciate dentro casa.

Appena adottato un cane è molto importante portarlo subito dal veterinario per verificare che sia in salute ed effettuare tutti i vaccini. Per maggiori informazioni su come adottare un cane visita il sito www.compagnocane.it.

Lascia un commento