You are currently viewing Alla scoperta del Sudtirol

Alla scoperta del Sudtirol

Il territorio del Sudtirol ospita paesaggi e luoghi incredibilmente suggestivi, incastonati tra le montagne, la natura lussuriosa e i borghi tirolesi. Da Bolzano fino alla catena delle Dolomiti, il Trentino Alto Adige si divide tra Tirolo e Italia, mischiando in modo colorito diverse culture e tradizioni: più della metà della popolazione sudtirolese, infatti, parla tedesco oltre che italiano e ladino.

La zona del Sudtirol si estende in una vallata verde e montuosa, ricca di bellezze naturali incontaminate: le Dolomiti sono state elette non a caso Patrimonio Unesco.

Ovviamente è la natura a farla da padrone: i numerosi parchi naturali ne sono la testimonianza diretta, esempio di come un territorio possa essere affascinante sia in inverno, con le piste da sci, sia nella bella stagione, momento dell’anno prediletto da tanti escursionisti alla ricerca di bellezza naturale.

Il Sudtirol offre la possibilità di godere di affascinanti passeggiate su classiche vie ferrate che attraversano la catena montuosa: le escursioni organizzate con le guide di montagna o in solitaria sono ideali per esplorare la valle e immergersi nel suo paesaggio unico e misterioso.

Per conoscere di più sui luoghi, le bellezze naturali e storiche del Sudtirol si può visitare la pagina Wikipedia dedicata, al link Sudtirol Wikipedia

Bolzano: le bellezze storiche e naturali da non perdere

Se state pensando di passare le vostre vacanze estive in Alto Adige, è d’obbligo una visita al capoluogo della Provincia autonoma, ovvero Bolzano, città italiana tra le migliori in fatto di qualità dell’ambiente, con moltissime piste ciclabili poste a disposizione di turisti e abitanti e un suggestivo centro storico. Per saperne di più sulle informazioni turistiche su Bolzano visita il sito LoveBolzano.com

Nella parte più antica della città si può ammirare lo skyline unico del Catinaccio con le Torri del Vajolet sullo sfondo, le stradine dedicate alle professioni antiche e il bellissimo museo Archeologico, tappa prediletta dagli amanti della storia e dei suoi oscuri segreti.

Nel Museo è possibile ammirare Otzi, una mummia antichissima risalente all’Età del Rame, rinvenuta nel 1991 da due escursionisti tedeschi che casualmente si trovavano sul giogo di Tisa nei pressi del Val Senals, a ben 3210 metri di altezza sul livello del mare. Il fatto eccezionale è che Otzi è conservata in uno stato quasi perfetto, con organi interni del tutto integri e il dna altrettanto, insieme a tutto il suo equipaggiamento da montagna.

Altri posti da visitare

Tra i luoghi da non perdere per scoprire la storia e la bellezza del Sudtirol, c’è ovviamente la città di Merano, di antichissima fondazione: la sua storia attraversa ben sette secoli!

Il grande pubblico la conosce perché la principessa Sissi soggiornò proprio in questi luoghi, innamorata del clima mite e dei meravigliosi giardini che circondano il Castello Trauttmansdorff.

Bressanone è poi, un’altra cittadina di indiscusso fascino, sede vescovile con un bellissimo Duomo da ammirare, insieme alle collezioni e agli affreschi del palazzo vescovile e del Museo diocesano, frequentato ogni anno da tantissimi visitatori e curiosi.

Lascia un commento